Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘arte’ Category

Creatività multiforme

 Bozzolo di pbonavolontà

La creatività è multiforme.

Ora assume una forma, ora un’altra.
Il maneggiare pigmenti e tele, o frammenti di pittura è una prova della sua esistenza?
Che dire di carta e penna, delle aiuole fiorite nei giardini… certo sfiorare con amore le foglie di una pianta, far andare il telaio, trovare la propria voce, amare bene qualcuno…scavare alla ricerca dell’oro psichico, trovare una parola ben fatta, cucire una tenda.
Tutto rientra nella VITA CREATIVA. Alcuni dicono che la vita creativa sta nelle idee, altri dicono che sta nei fatti. In molti casi pare trovarsi nel semplice essere… E’ L’AMORE PER QUALCOSA. Non importa se per una persona, una parola, un’immagine, un’idea, la terra, l’umanità…
La capacità creativa è IL BENE PIU ‘ PREZIOSO DELLA DONNA PERCHE’ DONA ALL’ESTERNO E LA NUTRE ALL’INTERNO, ad ogni livello psichico e mentale, emotivo ed economico

Clarissa Pinkola Estes

Read Full Post »

I lavori di questo artista mi incantano.

Il concetto che è dietro il lavoro mi affascina.

MASCHERE_baronio10_01

Ecco le sue parole sui – ritratti rifiutati.

“ritratti che compongo senza conoscere il soggetto raccontato… Spiego: mi faccio spedire al mio indirizzo per posta degli scatoloni in cui il mittente colloca tutto quello che pensa possa servirmi per raccontarlo, i suoi oggetti che lo hanno accompagnato per brevi o lunghi periodi, le macerie della nostra esistenza, quello che sopravvive nel silenzio… alla nostra assenza, io chatto con il mio modello senza conoscere il suo stato fisico… Tutto accade nell’assenza, ascolto i materiali, indago , come un animale affamato che cerca il suo cibo… Sento che in questo modo riesco a raccontare la nostra fragilità e la possibilità stupenda di essere altro, di vivere le molteplici facce della stessa persona. Queste vite che si accavallano nella stessa persona mi consigliano di cercare la connessione che viene generata dal web, dove tutti sono tutto e dove può accadere qualunque cosa! Questa rappresentazione continua … dove tutti sono collegati con tutto… dove la realtà è soltanto la spettatrice delle emozioni, mi rapisce.

Penso che lavorare con i rifiuti reali ed ingombranti, facendoli diventare poesie e bite, sia un’operazione necessaria per una coscienza del futuro che solamente NOI possiamo crearci!

MASCHERE_baronio8

http://www.alessandrobaronio.it/

Read Full Post »

L’arteterapia è basata sull’idea che il processo creativo nel fare arte è curativo e migliorativo della vita ed è una forma di comunicazione non verbale di pensieri ed emozioni (American Art Therapy Association, 1996) .

Come altre forme di psicoterapia e counseling, è utilizzata per incoraggiare la crescita personale, aumentare la conoscenza di sé e sostenere nelle riparazioni emozionali ed è stato utilizzato in una larga varietà di setting con bambini, adulti, famiglie e gruppi.

E’ una modalità che può aiutare persone di ogni età a creare significato e raggiungere consapevolezza, trovare sollievo da emozioni travolgenti o traumi, risolvere conflitti o problemi, arricchire la vita quotidiana, e raggiungere un aumentato senso di benessere (Malchiodi, 1998).

L’arteterapia sostiene che tutte le persone hanno la capacità di esprimere se stessi creativamente e che il prodotto è meno importante del processo creativo coinvolto.

Read Full Post »

Il colore

1 matisseIl colore soprattutto, forse ancor più del disegno, è una liberazione.

Henri Matisse

Read Full Post »

L’arte come autoconoscenza

“L’arteterapia è nata dall’idea che le immagini artistiche possano aiutarci a capire chi siamo, a esprimere sentimenti e idee impossibili da comunicare a parole, ad arricchire la vita attraverso l’espressione di sé.”

 

 

Cathy A. Malchiodi

Read Full Post »

di Paola Bonavolontà Gestalt Counselor,  Artcounselor  & artista

Un percorso di Artcounseling è un’occasione particolarmente piacevole di utilizzare le potenzialità di ciascuno di noi, di elaborare in modo creativo ciò che viviamo e di portarlo fuori ovvero di educarlo (e-ducere, ovvero portare fuori) e quindi renderlo disponibile a noi come materiale di riflessione, crescita e piacere.

I momenti di buio, di confusione, di dolore ed anche di gioia hanno bisogno di essere raccontati ed espressi in un modo che a volte non vuole parole, ma graffi, segni, movimenti, espressioni altre.

L’espressione artistica, qualunque sia il mezzo scelto, permette di trovare un’uscita, una rappresentazione e rielaborazione di ciò che ci ha colpito.

Nel Canto il corpo risuona quale meravigliosa cassa armonica e ci apre alle relazioni con gli altri, all’ascolto e alla condivisione, alla coesistenza di più voci, alla ricchezza del contributo di ciascuno che confluisce nell’espressione di tutti.

La Musica ci riconnette con il battito rassicurante della mamma, ci esalta e ci sprona all’azione, ci aiuta a restare vigili o a rilassarci.

Nella Pittura mi esprimo con segni morbidi, sfumati oppure incisi, fogli strappati o accarezzati, colori forti e tenui, in una danza che ha tutto il fervore e la passionalità, tutta la calma e l’onestà di poter essere ciò che si è. Trasmettere le emozioni in parole con la poesia, interpretare caratteri altri da se, esternare emozioni solitamente represse con il teatro. Presentare la propria prospettiva al mondo attraverso il video o fotografie.

Le emozioni, specie quelle negative, se lasciate senza espressione dentro di noi, ci pervadono silenziosamente, lasciandoci impotenti, scoraggiati, invasi.

Nell’arte l’impotenza può trasformarsi in azione, la rabbia può essere espressa in modo accettabile, la creatività diventa un contenitore emotivo, che consente di riappropriarsi del positivo che c’è in ognuno di noi, di risposte e spazio alle emozioni che procurano tensione, disagio, passività o disorientamento.

La creatività si offre come canale per recuperare la propria capacità autorigenerativa, di potenziare la comunicazione interpersonale ed intrapsichica, riaprendo il dialogo tra mente e corpo, emisfero del cervello sinistro e destro.

L’utilizzazione del Emisfero Destro inoltre supera e riconosce i limiti del pensiero logico-formale e quindi facilita la capacità di sviluppare le attività parallele del PENSIERO LATERALE (Lateral Thinking) al fine di EVITARE GLI ERRORI ancor PRIMA di RISOLVERLI (PROBLEM – SAVING).

La creatività é disponibile in ciascuno di noi, è il modo di saper utilizzare la plasticità del cervello per rispondere alla complessità degli eventi, mettendo in funzione le molteplici ed articolate funzioni intellettive di cui ciascuno di noi é geneticamente dotato.

Essere creativi non significa solo inventare qualcosa di nuovo o essere originali per forza, ma essenzialmente trovare soddisfazione nell’utilizzare al meglio entrambe le potenzialità di sviluppo del proprio cervello.

Ecco perchè l’arte è un mezzo di acquisizione del benessere, in quanto ci consente di far funzionare meglio il nostro cervello e quindi noi, di riacquistare fiducia nelle nostre potenzialità.

Forse proprio l’art counseling consente di capire quanto il counselor non si sostituisce in nessun caso al cliente nè deve interpretare, né giudica il prodotto in quanto “artistico” o la persona che lo produce.

Il prodotto è l’espressione di ciascuno di noi, pertanto degno di essere esattamente com’è.

Il counselor  può unicamente favorire, facilitare l’espressione, l’emergere delle emozioni, desideri, aggressività, paure, così da finalizzarle in un’evoluzione più utile per colui che si esprime ed attraverso quella  evoluzione il cliente potrà guardare in modo nuovo al mondo.

Read Full Post »

Atti creativi

Fiori Blu -60x40-2009, acrylic on canvass di pbonavolontà

La libertà, l’individualità, il rapporto con il sociale, la relazione con se stessi e con gli altri, la comunicazione, tutto, se vogliamo ampliare l’osservazione, passa o può passare attraverso atti creativi ed espressivi.

Rollo May

“L’Arte del Counseling

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: